Recensione Corsair M65 Pro RGB

Recensione Corsair M65 Pro RGB

Il mouse Corsair M65 Pro RGB è uno strumento da gaming studiato nello specifico per gli FPS.

Lo chassis è in resistente alluminio, il sensore è altamente responsivo, l’estetica molto affascinante: un mouse di ottima fattura e dalle prestazioni encomiabili (il pulsante cecchino si dimostra di grande utilità).

Unica pecca? La superficie molto ampia che nelle sessioni di gioco prolungate può far sudare molto la mano.

Design e qualità costruttiva

Il mouse Corsair M65 Pro RGB è ad uso esclusivo dei destrorsi, il telaio è in robusto alluminio con un sensore veramente molto accurato. La sua peculiarità è data da un implemento del tasto cecchino (sniper), in grado di modificare i valori di DPI abbassandoli notevolmente durante l’azione di gioco.

Il design, un po’ troppo largo, potrebbe non essere a misura di tutti, ma resta il fatto che questo mouse sia uno tra i migliori in commercio come rapporto qualità/prezzo. Il mouse misura 135.5g circa con i pesetti all’interno, senza invece scende a 115g.

Ogni superficie è coperta da uno strato in plastica, con la parte superiore rivestita da un materiale ‘morbido’ al tatto, molto confortevole. I lati hanno una texture un po’ più ruvida, per aumentarne il grip.

Leggi anche: Migliori mouse gaming

Il logo Corsair si fa ben notare sulla parte alta del mouse, nella quale sono posti due tasti di regolazione DPI, una rotellina di scorrimento e i tasti di click, un led a bersaglio che indica il grado corrente di regolazione DPI (cambia colore a seconda dell’impostazione).

L’illuminazione si fa molto notare, con tre zone di luce RGB (si può scegliere se impostare un effetto statico o dinamico).

Prestazioni

Il mouse Corsair M65 Pro RGB è dotato di un cavo a treccia che purtroppo non è removibile (di conseguenza è possibile giocare solo in modalità wired). Sotto il mouse sono presenti 3 pesetti smontabili, per calibrare in modo preciso il bilanciamento dei movimenti dello strumento.

A differenza del modello M65, che usa un sensore laser, il nuovo M65 Pro utilizza un sensore ottico, più adatto alle pratiche di gaming ma che non funziona sulle superfici in vetro. Questo sensore ottico arriva ad un valore massimo di 12000 DPI ed è compatibile con schermi a qualunque risoluzione.

Per quanto riguarda il comfort, il mouse accoglie bene la mano e scivola in modo impeccabile sulla superficie di appoggio. Il tasto cecchino è incredibilmente pratico quando è necessaria precisione in gioco, come negli headshots.

Il software Corsair Utility Engine (CUE, scaricabile gratis dal sito Corsair) controlla il settaggio delle luci e permette di salvare vari profili di impostazione. Si può cambiare il valore di DPI da 100 a 12000, rimappare i tasti e calibrare il mouse in base all’area di appoggio in cui si trova.

Il prodotto, all’acquisto, è impostato su un valore base di 1000 Hz (1 ms di tempo di risposta), ma tramite il software si può abbassare a 500 Hz (2 ms), 250 Hz (4 ms) o 125 Hz (8 ms) se si preferisce un’esperienza meno tremolante.

Verdetto

Il mouse Corsair M65 Pro RGB vanta delle prestazioni a dir poco ottime, così come i materiali di costruzione.

La nota dolente potrebbe essere il fatto che sia un po’ troppo largo e che, dopo una sessione di gioco prolungata, faccia sudare la mano.

Il rapporto qualità/prezzo è veramente competitivo. Da consigliare certamente ai gamers, ma potrebbe rivelarsi molto utile anche nel processo di video editing e di browsing.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui