Miglior hard disk esterno 2021: classifica dei migliori

Miglior hard disk esterno classifica

La gestione dell’archiviazione esterna, il trasferimento e il mantenimento di archivi di file per backup, supporti e documenti di lavoro sono diventati parte della nostra vita quotidiana; è facile così riempire rapidamente la memoria interna del proprio PC portatile.

Lo stesso discorso vale per le console dal momento che alcuni giochi raggiungono anche dimensioni superiori a 100 GB. Per questo motivo i dischi rigidi interni relativamente piccoli di queste console si riempiono più velocemente di quanto la maggior parte delle persone vorrebbe. Per questo e altri motivi è consigliato acquistare un hd esterno.

Ma quale hard disk esterno comprare? In commercio ci sono talmente tanti modelli e marche che scegliere quello giusto è diventato veramente difficoltoso. In questa guida abbiamo raccolto i migliori hard disk esterni in circolazioni. Buona lettura.

Migliori hard disk esterni del 2021:

Western Digital Elements, il miglior hard disk esterno sul mercato

1. Western Digital Elements

Il Western Digital Elements è il miglior hard disk esterno a tutto tondo, compatto, sottile e resistente, dotato di un’entrata USB 3.0 e disponibile in molteplici capacità. Il case è piccolo e leggero, caratterizzato da un design minimale ma assai gradevole alla vista. I trasferimenti sono rapidi e il cavetto USB è incluso nella confezione. L’hard disk esterno migliore qualità/prezzo.

SanDisk Extreme, il miglior disco allo stato solido esterno

2. SanDisk Extreme (Pro)

L’SSD esterno più popolare sul mercato. Consigliato sia nella varianti Extreme che in quelle Extreme Pro. Certificato IP55, USB-C ma con adattatore USB-A in dotazione, è più costoso di un normale hard disk esterno ma permette di raggiungere prestazioni in lettura e scrittura costanti anche fino a più di 1,5 TB/s.

LaCie Mobile Drive

3. LaCie Mobile Drive

HDD esterno di fascia media, compatibile con tutte le release di Windows a partire da Windows 7. Dotato di singola porta USB-C (e relativo adattatore USB 3.0), ha una capacità pari a 1, 2 e 4 TB. Solido e robusto, è un articolo che vale pienamente i soldi spesi. Questo LaCie Mobile Drive offre la piena compatibilità anche con Mac.

Western Digital My Book, il miglior hard disk esterno 3,5"

4. Western Digital My Book (Duo)

Il Western Digital My Book è il miglior hard disk esterno autoalimentato in formato 3,5″ per qualità/prezzo. Assicura un trasferimento dati ultrarapido grazie all’entrata USB 3.0. Storage vario, plug-and-play, cavo USB in dotazione, adattatore CA e guida di installazione rapida inclusi. Consigliata anche la variante My Book Duo ottimizzata e pronta all’uso per RAID.

LaCie Rugged, il miglior disco esterno rugged

5. LaCie Rugged Mini e USB-C

Il LaCie Rugged Mini è un hd esterno dal design unico, dotato di protezioni laterali contro gli urti, completamente impermeabile e resistente alla pressione. Offre 1 – 2 – 4 – 5 TB di spazio d’archiviazione, una protezione avanzata tramite password e un risparmio energetico pari al 40%. Entrata USB 3.0, lunghezza pari a 13,9 centimetri e peso totale che ammonta a 300 g. Compatibile sia con macOS che Windows. È disponibile anche nella variante con USB-C.

Seagate Backup Plus Hub

6. Seagate Backup Plus Hub

Il miglior disco esterno da 3,5″ con hub USB. Questo Seagate Backup Plus Hub è dotato di due porte USB 3.0, è alto 11,8 cm, stretto 4,1 cm e profondo 19,8 cm. Include il software di backup Seagate, grazie al quale è possibile selezionare i file più importanti per i backup automatici oppure eseguirne su richiesta, e l’abbonamento per due mesi al piano Adobe Creative Cloud Photography.

Sabrent Rocket Nano, la migliore unità esterna compatta

7. Sabrent Rocket Nano

Per chi fosse alla ricerca di una unità esterna SSD compatta, il Sabrent Rocket Nano è quella da acquistare. Disponibile in più colorazioni e capacità, ha una singola porta USB-C ed è plug-and-play sia su Windows che su maxOS. Consente velocità in scrittura e lettura fino a 1000MB/s. La dotazione comprende anche il cavo da USB-C a USB-A.

Unità esterna: hard disk o SSD?

Come scegliere un hard disk esterno

C’è poco da farci: i dischi rigidi esterni costano molto ma molto meno rispetto agli SSD esterni. Ma mai elevare il prezzo a fattore decisivo, soprattutto quando si parla di sicurezza.

Come spiegato nell’articolo “SSD vs HDD”, le unità a stato solito (SSD) sono più veloci e avendo molte meno parti mobili sono più resistenti agli urti degli HDD esterni.

Quanto sono più veloci? Considerate che un disco rigido esterno da 7200 RPM raggiunge nel migliore dei casi una velocità di 90 MB/sec. Di contro, un SSD esterno come il vendutissimo SanDisk Extreme raggiunge nella configurazione più economica la velocità di 400 MB/s e oltre (varianti più costose superano anche il TB/s).

Detto questo, gli HD esterni sono ancora lo standard per sistemi di archiviazione molto spaziosi perché molto meno costosi. Infatti un SSD esterno di ottima qualità da 2 TB si può trovare ad essere fortunati a 250 euro, mentre alla stessa cifra si possono mettere le mani su un disco esterno da 10-12 GB.

Cosa scegliere? Se per lo più si archiviano solo file di piccole dimensioni da portare con se e il proprio notebook in giro per la città, un SSD potrebbe fare al caso vostro. Ma ad esempio per un sistema di backup casalingo molto spazioso uno dei migliori hard disk esterni è ancora lo standard di riferimento.

Meglio un hard disk esterno desktop o portatile?

Disco allo stato solido esterno portatile SanDisk

Un’unità desktop ha dimensioni importanti e quindi poco pratica e sicura da portare in giro, un’unità portatile invece si può inserire tranquillamente in uno zaino o in un borsa. Chiaramente la scelta dipende dalle esigenze.

Chi utilizza l’hard disk esterno per archiviare film, canzoni e backup in quantità dovrebbe preferire un’unità desktop. Queste presentano alimentazione dedicata e raggiungono anche i 36 TB e più.

Chi invece si fa bastare uno spazio di archiviazione massimo di 5 TB a fronte di una maggiore portabilità dovrebbe preferire un’unità portatile.

Dati importanti? Meglio un’unità RAID nativa

Con il termine RAID si intende un sistema formato da più unità di archiviazione collegate fra loro e utilizzabili come se fossero un’unica unità. Questo sistema è molto utile per evitare eventuali perdite di dati a causa di un guasto improvviso.

Una unità simile è configurabile manualmente ma se non si è pratici “con queste cose” meglio acquistare un’unità desktop gestibile in RAID 1 e via dicendo tramite l’apposito software proprietario.

Quali sono le interfacce migliori?

Cosa considerare dopo aver scelto quale tipo di unità acquistare? Le interfacce disponili per la connessione con gli altri dispositivi. Queste influiscono sulla velocità massima raggiungile.

Ad oggi l’interfaccia più veloce nel mercato consumer è Thunderbolt 3, presente sui MacBook più recenti e su alcuni portatili Windows di fascia alta come quelli da gaming. Questa raggiunge la velocità di picco di 40 GB/s e condivide lo stesso connettore dell’USB-C, sebbene non tutte le porte di questo tipo supportino Thunderbolt 3.

Thunderbolt supporta anche gli standard HDMI 2.0, Ethernet (10 gigabit) e DisplayPort. Di conseguenza l’unità di memoria potrebbe essere utilizzata come hub per collegarci mouse, cuffie, monitor e altre periferiche.

Ma la maggior parte degli hard disk esterni presenta uno dei vari tipi di USB e questo perché le velocità che supporta è più che sufficiente per non creare un collo di bottiglia.

Perché non un disco esterno rugged?

Hard disk esterni rugged

Se si pensa di portare sempre con se l’unità esterna, perché non acquistarne una rugged? Infatti ci sono tanti modelli che presentano una scocca esterna potenziata per ammortizzare gli urti e, in alcuni casi, per resistere al contatto con acqua e corpi solidi (lo stesso grado di protezione IP visto negli auricolari Bluetooth).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui